MailComune - I Quattrozampe - Associazione Cinofila Binasco

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Iniziative

Abbiamo inviato questa mail al Sindaco e a tutta la Giunta, vediamo se qualcuno ci risponde......

Siamo Spiacenti di dover utilizzare questo indirizzo mail, ma purtroppo sul sito istituzionale del Comune non ci sono più gli indirizzi delle caselle di posta dei singoli amministratori.

Gent.mo Signor Sindaco, gentilissima Giunta Comunale tutta,
da buoni cittadini binaschini seguiamo con interesse il citizen’s magazine “ il Comune informa” e l’allegato foglio “la Pagina dei servizi alla persona”, convinti che un’associazione locale debba  tenersi informata e partecipe delle iniziative del Governo del Paese: come lei e voi sapete, anche da parte nostra plurimi sono stati i propositi nei confronti della nostra comunità, finora purtroppo non ascoltati ed appoggiati dal vostro agire amministrativo. Siamo ancora in attesa di un vostro ok e dell’accompagnamento della Polizia Locale  per la vigilanza sui randagi del Comune di Binasco ospitati presso il canile “Il mulino” di Pantigliate, abbiamo atteso che ci convocaste per il patrocinio sulla campagna d’informazione legata all’unico tema che ci sembrava starvi a cuore, e cioè la corretta gestione da parte dei conduttori delle deiezioni dei propri quattrozampe e……
Ma un’iniziativa  ci pareva essere stato bene accolta, cioè la donazione – da parte dell’Associazione e di cittadini sensibili che in tal senso ci hanno offerto sostegno concreto - del lettore microchip per identificare cani accalappiati sul nostro territorio; il Sindaco ed il Comandante della Polizia Locale hanno ricevuto il lettore durante una nostra iniziativa pubblica: un piccolissimo contributo all’operare di tutti i giorni, ma essenziale per non far transitare dal canile cani solo scappati dai loro padroni, o per identificare chi abbandona il proprio animale.
E’ con vero cordoglio nel cuore che abbiamo verificato che neanche un rigo di “Il Comune informa” è stato dedicato a questa iniziativa: certo, molte le notizie di maggior rilievo, fra cui i percorsi enogastronomici e l’andamento dei soggiorni marini a Finale Ligure……ma un piccolo spazio per un piccolo gesto speravamo di trovarlo….
Abbiamo invece verificato un’iniziativa francamente paradossale, nelle ultime settimane: il divieto esposto alla porta della sede distaccata comunale che ospita la polizia locale e i servizi alla persona di ingresso ai cani: consigliando di verificare il regolamento di polizia veterinaria ( che ammette negli uffici pubblici i cani condotti a guinzaglio e muniti di museruola ) sorridiamo pensando che – al reperimento di un randagio sul territorio comunale – gli operanti di polizia locale dovranno leggere – con l’ausilio del nostro piccolo dono – il microchip allegato all’animale o sulle scale o nell’atrio dell’ex scuola elementare, probabilmente ricoverandolo in attesa del padrone in un’adiacente sede associativa o in sede di Castello….. comodissimo, complimenti.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu