15/05/2010 Lettera a tutti i membri della Amministrazione Comunale - I Quattrozampe - Associazione Cinofila Binasco

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Iniziative

Questo il Testo della Lettera consegnata a mano a tutti i membri della Amministrazione Comunale di Binasco e protocollata il giorno 15 maggio 2010:


Oggetto:        ATTENZIONE   COMUNALE  VERSO   GLI   ANIMALI    DI   AFFEZIONE   E  I   LORO CONDUTTORI: AREA  DEDICATA A SGAMBATURA E SOCIALIZZAZIONE.

Gentile Consigliere,
ci  siamo  risolti   a  scrivere   personalmente ad  ognuno  di  Voi,  che  rappresentate complessivamentenoi cittadini;  per prima cosa presentiamo la nostra Associazione:I quattrozampe di Binasco è  nata 1'11 marzo 2009 per rappresentare e promuovere il benessere   degli   animali    d'affezione  e   dei   loro   conduttori,    e   per   assumersi responsabilità  a   fianco    dell'Amministrazione  Comunale   nell'esercizio  di   detta promozione.

Costituitasi nel 2009, l'Associazione"1 Ouettrozsmpe" si è proposta in più incontri con l'A.C. come soggetto che potrebbe:

  • Volontariamente promuovere il  benessere animale  sul  nostro  territorio,   sia  in termini  di comunicazione pubblica,  che in termini  di vicinanza  e relazione ai conduttori;

  • Affiancare l'A.C. nei compiti  di istituto  relativi  al contenimento ed alla gestione del randagismo, anche proponendosicome volontariato attivo  nella verifica dei collocamenti in  canile-rifugio, nonché  donando  alla  Polizia Locale un  lettore microchip   che   consentirà   di   evitare   ricoveri   impropri    ed   identificazione contestuale del  conduttore,  mediante  immediata  verifica  all'anagrafe canina regionale;

  • Intervenire   per  l'educazione dei  conduttori   umani  ai   diritti/doveri   connessi all'amicizia uomo-animale;

  • Rappresentare e  rivendicare i  diritti   animali  e  dei  loro  conduttori,   offrendo aIl'A.C. l'opportunità di una rivisitazione complessiva di delibere  ed ordinanze per la co-costruzione di un regolamento comunale unitario  e specifico, nonché aprendo uno sportello comunale dedicato, a nostro totale onere.


Detti proponimenti sono stati  da noi illustrati  all'Amministrazione in tre successivi incontri,  a partire  dal maggio 2009;  al di là delle formali  adesioni alle finalità  ed ai propositi  associativi, abbiamo al momento  scarsa concretezza. Ad es. la proposta di  verifica  volontaria  del "benessere" dei  randagi  inseriti  presso  la struttura   "II Mulino" di Pantigliate, verifica  che il Comune non esegue da anni ( per espressa ammissione degli  Assessori  competenti  )  necessiterebbe di  un'organizzazione comunale e di un primo accompagnamentodei volontari  ( per "accreditarli" presso la struttura)  da parte della Polizialocale o di altro addetto individuato dall'Ente. Pur se sollecitati,  gli accordi non si sono mai concretizzati.

Fra  i  nostri    obiettivi,     al   pari   di   moltissimi    altri   territori     nazionali,    lombardi    e provinciali,    l'istituzione   -   anche   sul  territorio     di   Binasco   -     di  una  o  più  aree pubbliche   individuate,   recintate,   organizzate  per  la destinazione  ad area  cani,  per la socializzazione e la sgambatura  dei nostri  amici  pelosi.  Non arrivavamo  in realtà primi,   perché   l'A.C.,   con  deliberazione  di  Giunta   Comunale   n° 70  del  14  maggio 2008      deliberava    l'indirizzo    di   reperire    ed   attrezzare     idonea   area   sul   nostro territorio.

Consideravamo  dunque   questo   un  obiettivo    comune   e  condiviso   con  l'organo   di governo   del Comune  di Binasco,  che aveva  provveduto  ad idoneo  indirizzo  un anno prima   della  nostra   costituzione:   ci  offrivamo    per  co-finanziare  l'opera   -  mediante found  raicing  -  , per  regolarne   l'utilizzo   e gestirne   all'interno    offerte   a favore   della popolazione   -    corsi    di   conduzione   collettiva,     manifestazioni    pubbliche,     corsi individuali   di  educazione e rieducazione .....-  , ed anche  per  individuare  le aree,  già a verde   pubblico,   nel  tessuto   urbanistico  del  paese  onde  evitare   che  i conduttori più "fragili"   -  ad es.  persone  anziane,  bambini  e ragazzi,  signore ....-  non dovessero affrontare     tragitti     troppo    onerosi,    o  potenzialmente   rischiosi,    per   raggiungere l'area.

In  tal  senso  incontravamo  l'Assessore Villa  e l'Assessore Guerriero,   inviavamo   una nota  dettagliata    e comprensiva  della  nostra  volontà   di  collaborazione,  ci offrivamo in plurimi   incontri  successivi    per sostenere   l'avvio  dell'iniziativa.

Nonostante ciò,  nulla  si è mosso  e si muove  su questo,  come  sugli  altri  fronti.

Si tenga  conto  che un'''area   cani",  come  quelle  che esistono  praticamente  ovunque, non  ha  il solo  valore   di  concentrare  in  un  luogo  le deiezioni   animali   ( tema   unico che  l'A.C.  porta  a discussione su questo  tema  ),  anche  perché  i cani,  come  gli altri mammiferi,   reagiscono  allo  stimolo   direttamente,   ed  è  l'educazione  degli   esseri umani  a "fare  la differenza",  correttamente   procedendo alla  raccolta  delle  deiezioni dal   suolo:    in   tal   senso   abbiamo    autonomamente    studiato    una   campagna    di sensibilizzazione.

Ma  ha  grande   valore   per   la  socializzazione   -   che  abbassa   sostanzialmente   le possibilità    di   aggressività   o  timore    negli   amici   pelosi   -   e  per   la  sgambatura protetta,    cioè  per  evitare   che  i cani  sfuggano   dal  controllo   del  conduttore    creando problemi   alla viabilità,   oltre  che mettendo   a rischio  la stessa  vita  dei quattrozampe. Inoltre     la   presenza    di   noi   volontari     nell'area    consentirebbe   un   approccio    di vicinanza    agli   altri   conduttori,     con   possibilità    di   promozione   di  comportamenti corretti   e consigli  sull'educazione  e sul mantenimento  degli  animali.

Esistendo    già   un   indirizzo    ufficiale    per   la   destinazione   di   area   idonea    per sgambatura  e  socializzazione,  ci  interessa   il  Suo  personale   parere   sulla  effettiva realizzazione di un atto  pubblico  già adottato   da 2 anni.

Nello  specifico   gradiremmo   ricevere  il Suo importante   parere  in merito,  la Sua  adesione   o  le  Sue  perplessità,   ma  anche  le  eventuali   motivazioni contrarie   a tale  realizzazione;   dopotutto    noi  48  associati   abbiamo   espresso   il nostro   voto   verso   di  Voi,  ed  attendiamo   la  Vostra   rappresentanza   sui  piccoli   e grandi  temi  che  attraversano   e interessano  la nostra  comunità.

Riteniamo   dunque importante    poter   estendere   a tutto   il  Consiglio   Comunale   il  confronto    su  questo tema,  anche  per  meglio  orientare   l'azione  associativa   che  nasce,  lo ribadiamo,   per collaborare    con  l'A.C.   su  promozione,    progettazione   e  realizzazioni    specifiche   al nostro  campo  d'interesse.

Vi   preghiamo     inviare     le   Vostre    gradite     riflessioni     direttamente     via    e-mail all'indirizzo    info@iquattrozampe.it,    informandovi   che ne daremo  larga  diffusione   fra gli  associati   e sul  sito  ..www.iquattrozampe.it   .. che  contestualmente   Vi invitiamo   a visitare.
Salutando   con viva  cordialità.

Leggi le risposte ricevute


 
Torna ai contenuti | Torna al menu